Google sta eseguendo test per aiutare a localizzare con precisione le chiamate per numero di emergenza



Google sta conducendo test di efficienza dell’utilizzo della sua tecnologia per aiutare gli operatori dei numero di emergenza a determinare con maggiore precisione la posizione dei chiamanti del cellulare. Il test ha incluso decine di migliaia di chiamate nell’arco di due mesi in diversi stati e ha avuto risultati incoraggianti, come riportato dal Wall Street Journal.

Nell’attuale sistema di numerazione di emergenza USA, i gestori di servizi wireless sono normalmente responsabili della fornitura di informazioni sulla posizione, ma non sono molto accurati. RapidSOS afferma che utilizzando la tecnologia di Google, circa l’80% delle chiamate al 911 aveva dati di localizzazione più precisi entro i primi 30 secondi. I dati di Google hanno inoltre ridotto drasticamente il raggio stimato della posizione di una chiamata, da 522 piedi a 121 piedi e sono arrivati ​​più velocemente dei dati del gestore.

Il risparmio di un minuto nei tempi di risposta può far risparmiare fino a 10.000 vite all’anno. I dati di localizzazione migliorati possono anche aiutare i dispatcher nei casi in cui il chiamante potrebbe non parlare inglese o, in stato di panico, fornire l’indirizzo sbagliato. “Possiamo convalidare ciò che dice il chiamante”, afferma Bob Finney III, direttore delle comunicazioni per l’ufficio dello sceriffo della contea di Collier, nel sud della Florida. “Non siamo mai stati in grado di farlo perché non abbiamo mai avuto una precisione così alta!”

La tecnologia di localizzazione di Google è attualmente disponibile in 14 paesi e la società ha dichiarato che spera di portarla negli Stati Uniti quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*