L’Xbox di nuova generazione di Microsoft avrà il nome in codice Anaconda



Microsoft sta continuando i suoi nomi in codice a tema rettile per le sue console Xbox. L’originale Xbox One era il nome in codice Durango e il X X Kitkit X utilizzava il nome in codice di Chuckwalla prima del progetto Scorpio a tema aracnide. Ora sembra che l’Xbox di nuova generazione, che dovrebbe arrivare nel 2020, sia il nome in codice Anaconda.

Windows Central ha segnalato per la prima volta nuovi nomi in codice per Xbox durante il fine settimana e rivela che Microsoft si sta preparando a fornire due nuove console come parte dei piani di Xbox di nuova generazione “Scarlett”.

Codename Anaconda sarà l’equivalente dell’attuale Xbox One X, con hardware e processori / grafica migliorati da AMD. Anaconda può anche includere l’archiviazione SSD per ridurre i tempi di caricamento del gioco. Microsoft sta anche preparando una seconda console, nome in codice Lockhart, che fungerà da Xbox più conveniente (si pensi a Xbox One S). Naturalmente, entrambe le console supporteranno pienamente i giochi Xbox e Xbox 360 compatibili con le versioni precedenti e, naturalmente, i titoli Xbox One.

Mentre queste sono le due console Xbox di prossima generazione, Microsoft potrebbe anche preparare una versione senza disco di Xbox One S per il 2019. Thurrott ha riferito per la prima volta questo mese, ma Windows Central ora sostiene che il gigante del software potrebbe annunciare questa Xbox più economica già a partire dal prossimo mese, con l’intenzione di inviarlo nella primavera del 2019. Più interessante, Microsoft sta anche considerando un programma disc-to-digital che convertirà le librerie di dischi fisici in digitali. In origine, Microsoft aveva pianificato questa stessa funzione per il lancio di Xbox One, ma la società l’ha annullata dopo i controversi requisiti sempre in linea e problemi di condivisione del disco.

Le prossime console di Microsoft includeranno anche un grande focus sul servizio di streaming di giochi xCloud dell’azienda. Microsoft prevede di aprire le prove pubbliche del servizio il prossimo anno e renderà disponibili i giochi Xbox su PC, telefoni e console.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*