TIM avvia la sperimentazione del vectoring in Piemonte!



La notizia è di quelle succose: TIM ha avviata una fase di sperimentazione del vectoring allargata rispetto a quanto svolto fino ad ora!
Ricordiamo che tale funzionalità ottimizza l’utilizzo delle frequenze di modulazione VDSL2 tra doppini in uscita dal medesimo armadio stradale – doppini tra molti dei quali le interferenze sono potenzialmente elevate – al fine di fornire prestazioni migliori in termini di stabilità e valore delle portanti agganciate tra ONUcab e router clienti.

Sperimentazione allargata sì…ma quanto?

La regione interessata è il Piemonte, il comune “pilota” è Torino, inoltre le aree di armadio interessate sono scelte sulla base di alcuni vincoli specifici che soddisfano un criterio di semplicità e rapidità implementativa:

  • presenza di armadio stradale coperto esclusivamente da proprie ONU, in modo da evitare impedimenti tecnico-normativi legati alla presenza di apparati di vendor/ISP differenti
  • presenza di ONU Huawei 5616, modello che consente di fornire la prestazione vectoring all’intero apparato tramite il solo aggiornamento hardware dell’unità di alimentazione

Per quanto riguarda ONU Alcatel-Nokia la situazione al momento è in sospeso poiché di base il loro motore di vectoring gestisce soltanto le prime tre piastre e l’estensione alle altre tre richiede un intervento hardware più articolato e costoso.

Sarà il preludio all’agognata abilitazione massiva del vectoring?

Difficile a dirsi, anche per gli addetti ai lavori: ci aspettiamo che TIM ottenga feedback significativi dalle linee interessate, ma la presenza dei vincoli suddetti riduce molto le aree utili poiché le grandi zone urbane sono solitamente coperte da ONU di differenti vendor ed ISP.

Su una cosa siamo certi: come dimostrano le seguenti statistiche di due linee test (entrambe con profilo 35b) i miglioramenti apportati dal vectoring sono evidenti.

Linea 1 PreVectoring

 Upstream Downstream
Attenuazione di linea 13.72 (dB) 15.3 (dB)
Margine di rumore 10 (dB)  5.4 (dB)
Potenza applicata -17.4 (dBm)  12.4 (dBm)
Velocità corrente 21600 (Kb/s) 143282 (Kb/s)
Velocità massima di linea 30627 (Kb/s) 138641 (Kb/s)

 

Linea 1 PostVectoring

 Upstream Downstream
Attenuazione di linea 13.72 (dB) 15.3 (dB)
Margine di rumore 11.3 (dB)  10.1 (dB)
Potenza applicata -17.6 (dBm)  12.6 (dBm)
Velocità corrente 21600 (Kb/s) 216000 (Kb/s)
Velocità massima di linea 32754 (Kb/s) 254812 (Kb/s)

 

Linea 2 PreVectoring

 Upstream Downstream
Attenuazione di linea 20.48 (dB) 19.92 (dB)
Margine di rumore 11 (dB)  5.9 (dB)
Potenza applicata -6.4 (dBm)  14.5 (dBm)
Velocità corrente 21600 (Kb/s) 111381 (Kb/s)
Velocità massima di linea 33565 (Kb/s) 112515(Kb/s)

 

Linea 2 PostVectoring

 Upstream Downstream
Attenuazione di linea 20.3 (dB) 20.1 (dB)
Margine di rumore 12.5 (dB)  6.3 (dB)
Potenza applicata -6.5 (dBm)  12.4 (dBm)
Velocità corrente 21600 (Kb/s) 143537 (Kb/s)
Velocità massima di linea 34800 (Kb/s) 148064 (Kb/s)

 

Nonostante i valori di attenuazione dimostrno una importante lunghezza di entrambe le linee, il vectoring consente un miglioramento tangibile: se per la Linea 2 ci si accontenta, per modo di dire, di alcune decine di Mb in più (si tratta comunque di una tratta più lunga), per la Linea 1 si arriva addirittura ad oltre 115 Mb di massimo ottenibile guadagnati!

I dati riportati sono riferiti all’uso di TIM Hub: ipotizzando ad esempio l’uso di FRITZ!Box (e relativo chipset più performante sulle alte frequenze) possiamo azzardare massimi ottenibili ancora più alti!

 

 

 

Il nuovo modulo di alimentazione con integrato il controller vectoring (in evidenza i connettori per interfacciarsi con il controller vectoring di altre ONU).

 

Saranno rilasciati profili “più spinti”?

Fermo restando che sui sistemi di provisioning risulta da tempo configurato un profilo VDSL2 con downstream 300 Mb, ipotizziamo che per le ONU interessate dalla sperimentazione si stia valutando la possibilità di associare ai circuiti profili d’accesso superiori al canonico 200 Mb in modo tale da valutare l’effettivo rendimento del vectoring, portando così ad un consistente miglioramento delle prestazioni su rame.

In conclusione la disponibilità di profili “più spinti” (aldilà della lunghezza delle linee) potrebbe essere la diretta conseguenza di un’abilitazione del vectoring su larga scala.

Restate sintonizzati: cercheremo, come al solito, di fornirvi ulteriori informazioni appena possibile!

Hai domande o dubbi riguardo quest’articolo? Inserisci un commento o vieni a scrivere nell’apposito topic sul nostro forum!

17 Responses to TIM avvia la sperimentazione del vectoring in Piemonte!

  1. matteo ha detto:

    C’è un modo per capire che ONU c’è al proprio armadio ripartilinea?

  2. Gabriele ha detto:

    Scusate, solo Torino città o anche provincia? (Prima o seconda cintura di Torino)

    Grazie

  3. Fabrizio ha detto:

    C’è qualcosa che non torna nelle attenuazioni indicate

    Si legge che a 15dB circa (quindi 450m circa su 0.4mm) hanno 138Mb con diafonia che diventano 254Mb con il vectoring e che a 20dB circa (600m circa) hanno 112Mb con diafonia che diventano 148Mb con il vectoring.

    Però da tabelle attenuazione/velocità_max finora risultate attendebili sappiamo che con 15dB si ottengono al max 125Mb circa senza diafonia e con 20dB si ottengono max 70-75Mb circa sempre senza diafonia.

    Mentre loro sembrano andare ben più veloci anche con Diafonia media/forte presente, da qui l’incongruenza.

    Credo che l’attenuazione pubblicata non sia quindi più quella su DS1 ma un’altra (magari la media di DS1+DS2+DS3) e quindi i ragionamenti sulla lunghezza della linea vanno a perdersi (e le linee sono almeno 200m più corte di quello che si crede ad una prima analisi)

    • Mavelot ha detto:

      I dati sono prelevati dalla diagnostica NGASP

      • Fabrizio ha detto:

        Ok probabilmente NGASP non riporta la classica attenuazione su DS1 ma un’altra attenuazione più alta (mi pare tu abbia ipotizzato quella di DS2).

        Di conseguenza le supposizioni sulla lunghezza “importante” delle linee non sono più del tutto corrette e quelle linee sono più corte del supposto.

        • Mavelot ha detto:

          Un altro esempio:
          ATTDN 14.17
          ATTUP 12
          KL0: 4.2
          SNRM DN 6.1
          SRNM UP 13.3
          TX DN 12.4
          TX UP -19.6
          RATE DN 168000
          RATE UP 21600
          RATE MAX DN 172000
          RATE MAX UP 37000

          dopo:

          SNRM DN 6.1
          SRNM UP 13.3
          TX DN 12.4
          TX UP -19.6
          RATE DN 216000
          RATE UP 21600
          RATE MAX DN 261000
          RATE MAX UP 35000

          • Fabrizio ha detto:

            Comunque vedo nessun miglioramento ecclatante sull’upload, quindi per ora Tim non sembra interessata a spegnere (o rivedere almeno) UPBO, cosa che con il vectoring sarebbe permessa aprendo la possibilità di upload anche oltre 50Mb (il max teorico a pochi metri è sui 92-96Mb).

  4. Mavelot ha detto:

    Spegnere UPBO sarà possibile solo quando saranno eliminate le ADSL da centrale

  5. Fabrizio ha detto:

    Quello è DPBO.

    UPBO riguarda solo gli upload delle vdsl, le adsl non c’entrano nulla dato che sono sotto le frequenze usate per l’upload vdsl.

    Tutte le vdsl regolano i loro upload come se tutte fossero a 700-800m circa di distanza, così chi è vicino usa poca potenza e chi è lontano tanta arrivando all’Onu con segnale praticamente simile per evitare la diafonia dei più vicini distrugga (se il loro segnale fosse forte) le linee più lontane, ma questo limita le vdsl a meno di 50Mb di upload.
    Ma con il vectoring questa cosa può diventare più lasca se non essere proprio spenta, sbloccando (parte) il potenziale dell’upload.

    • Mavelot ha detto:

      …ovviamente mi ero confuso….è che a me da molto più fastidio DPBO perchè lo hanno calcolato male sul mio arl in quanto dai db di rete risulta una distanza errata dalla centrale, e quindi a mio avviso lo hanno impostato troppo alto, tanto che nemmeno quando eravamo in 10 utenti vedevo i 100M….

      • toretto03 ha detto:

        li ho trovato anche io delle discrepanze con il golden collegato direttamente sulla porta, si allineava a 94circa. morale della favola?: piastra 48 porte con n porte guaste (perché altre provate allineavano a 108)

  6. Fabrizio ha detto:

    In ogni caso ora stanno solo testando il vectoring con i profili attuali e quindi ci sta che non modifichino per ora nulla.

    Eventuali profili avanzati e più spinti arriveranno (forse) in una seconda fase della sperimentazione.

    In ogni caso se volesso davvero lanciare un profilo 300/50 (o 250/50) devono per forza mettere mano a UPBO sennò i 50Mb (poi commerciali quindi magari 54Mb di portante) non li prenderà nessuno neanche con il vectoring On e magari solo 50 metri di cavo.

  7. Rino ha detto:

    Come Test hanno usato 2 connessioni che ad occhio e croce distano dal Cabinet non oltre i 250 metri, il vectoring va testato a chi dista 600/700 metri dal cabinet.

  8. Marco ha detto:

    Sarebbe ora che TIM si decidesse ad abilitare il vectoring almeno nelle zone dove le linee di una tratta fanno tutte capo allo stesso ONU/DSLAM di TIM.

    Ieri notte verso le 02:00 un fulmine ha fatto scattare gran parte dei salvavita del mio quartiere, io ero sveglio e ho riattaccato immediatamente la tensione di rete. Dopo un paio di minuti il Fritz!Box si è riagganciato e sorpresa… 70 Mbit/s invece dei soliti 50 Mbit/s. Evidentemente gli altri modem del quartiere erano ancora in gran parte spenti.
    Se ci fosse il vectoring forse potrei avere sempre quei 70 Mbit/s.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*