Microsoft conferma il problema di alimentazione di Surface Book 2



Il portatile Surface Book 2 da 15 pollici di Microsoft soffre di problema alla batteria durante sessioni di gaming pesanti o comunque  durante periodi di stress della GPU.

Mentre è collegato al caricabatterie in dotazione, la batteria sulla base del dispositivo si scaricherà durante determinati giochi se le impostazioni di alimentazione sono impostate su prestazioni massime per sfruttare completamente la potenza dell’hardware.

“Surface Book 2 è stato progettato per offrire potenza e prestazioni ineguagliabili a chiunque abbia bisogno di una macchina potente per lavorare e giocare, rendendolo una grande opzione per i professionisti di STEM (designer, sviluppatori, ingegneri)”, spiega un portavoce di Microsoft .

“Lo slider della modalità di alimentazione Surface Book 2 è fornito con il target di fornire all’utente il controllo sulla gamma di prestazioni e durata della batteria. In alcuni scenari di gioco intensi e prolungati con il dispositivo settato sulla modalità di alimentazione impostato su “prestazioni ottimali”, la batteria potrebbe scaricarsi mentre è collegato all’alimentatore fornito in dotazione con Surface Book 2. Tuttavia, tramite la gestione dell’alimentazione, la batteria non si esaurirà mai completamente, assicurando che gli utenti siano in grado di continuare a lavorare, sviluppare o giocare “.

La quantità di consumo della batteria varia a secondo dei giochi, la risoluzione dello schermo e il carico massimo sulla GPU.

Sembra che Surface Book 2 sia stato progettato per fornire 95 watt di potenza dal caricabatterie al dispositivo, il che non è sufficiente per far funzionare al massimo il processore, la scheda grafica e tutti gli altri componenti hardware.

Il processore consuma, da solo, 25 watt in modalità ad alta potenza e con picchi massimi di  35 watt.

La variante Nvidia GTX 1060 di Microsoft assorbe tra 70 e 80 watt, portando il totale a 105 watt al massimo. Microsoft aggira questo problema limitando in modo aggressivo il chip Nvidia durante i giochi con impostazioni “migliori prestazioni” e “batteria migliore”.

Questa limitazione rende il dispositivo inutilizzabile per i giochi dopo meno di 10 minuti in “modalità a batteria”, lasciando in alcuni titoli l’esperienza da 60 fps a 30 fps. Altri giochi funzioneranno bene in queste modalità, ma Destiny 2, ad esempio, molto esoso di risorse crollerà di FPS.

E’ chiaro che il dispositivo non è progettato per essere un laptop da gioco. Microsoft è dovuta scendere ad alcuni compromessi nella sua progettazione per evitare di aumentare di molto il peso del surface a scapito di una potenzia ulteriore della batteria.

Questi compromessi, però, portano al problema che non si sarà in grado di giocare ad alta risoluzione con impostazioni elevate senza una qualche forma di esaurimento della batteria o limitazione delle prestazioni della scheda grafica anche quando si è collegati alla normale alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*