L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)

  • 982 Risposte
  • 122776 Visite

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline toretto_5

  • Esperto
  • ****
  • 1193
  • Sesso: Maschio
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #270 il: 27 Agosto 2017, 16:14 »
e adesso con il fatto che la parte che dissipa il calore nei nuovi onucab è liscia ora hanno anche un spazio in più   :frust:

per il resto spero solo che in tutti questi anni i problemi di rumore che ho sull'adsl derivino dalla primaria
altrimento la vedo male ...   :drink:



ok, sono il solito pessimista  :king:


solitamente sono le primarie ad arrecare il problema linee molto rumorose..........non sono da meno i box in basso isolamento

Offline fabio336

  • Membro Anziano
  • ***
  • 126
  • Sesso: Maschio
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #271 il: 27 Agosto 2017, 16:47 »
vedremo...
il box è stato rifatto nel 2009 (sostituito anche il cavo che viene dalla strada al box)
http://abload.de/img/dsc04283j5jw9.jpg (non so da quante coppie ma con isolante in carta)
ARL a 150 metri


ok, basta fasciarsi la testa prima di rompersela  :shock:
Velocità in download: 93656 Kbps (11707 KB/sec)
Velocità in upload: 19305 Kbps (2413.1 KB/sec)
Latenza: 25 ms
Jitter: 2 ms
http://www.speedtest.net/my-result/6190436258

Offline -Mirco-

  • Administrator
  • Esperto
  • *****
  • 1835
  • Sesso: Maschio
  • "Non esiste curva in cui non si può superare"
    • Ilpuntotecnicoeadsl
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #272 il: 28 Agosto 2017, 11:11 »
vedremo...
il box è stato rifatto nel 2009 (sostituito anche il cavo che viene dalla strada al box)
http://abload.de/img/dsc04283j5jw9.jpg (non so da quante coppie ma con isolante in carta)
ARL a 150 metri


ok, basta fasciarsi la testa prima di rompersela  :shock:
Massì, sia mai che sono 150m reale ma poi la secondaria fà il giro del quartiere per terminare lì dopo un chilometro scarso  :lolz: :hahaha:

Dai dai che a quella distanza se confermata dovresti toglierti soddisfazioni  :cheer:
"Non esiste curva in cui non si può superare"
Ayrton Senna

Offline fabio336

  • Membro Anziano
  • ***
  • 126
  • Sesso: Maschio
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #273 il: 29 Agosto 2017, 09:15 »
Veramente il percorso è una delle poche cose certe  :cheesy:

Comunque questa mattina si sentivano anche le ventole. Quindi ora è anche acceso  :good:
Velocità in download: 93656 Kbps (11707 KB/sec)
Velocità in upload: 19305 Kbps (2413.1 KB/sec)
Latenza: 25 ms
Jitter: 2 ms
http://www.speedtest.net/my-result/6190436258

Offline ndb

  • Nuovo Iscritto
  • *
  • 3
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #274 il: 29 Agosto 2017, 15:15 »
Ciao a tutti,
ho un abbonamento Vodafone iperfibra 100/20 che mi sta facendo venire l'ulcera...
Premetto: sono ingegnere e un po' di background tecnico ce l'ho, ma non abbastanza specifico per il tema in questione, quindi scusate da subito per eventuali bestialita' a seguire...

Abito (in condominio) a poco meno di 200m dall'ARL, ma purtroppo sono su una decade derivata, con lo stub aperto nella chiostrina del civico adiacente (circa 10 mt).
Inizialmente (per i primi 3 mesi) agganciavo a circa 65Mbps di portante, non entusiasmante ma accettabile. Poi nel giro di 3 o 4 giorni sono sceso a circa 50Mbps e ormai sono 2 mesi che non si schioda di li'. SNR downstream intorno ai 6.3 db, portante massima dai 49 ai 51 Mbps.
Molto probabilmente e' stata attivata qualche nuova utenza nel civico accanto e lo stub aperto mi regala un botto di diafonia in piu'.
Le ho pensate tutte:
1) provare a terminare lo stub aperto (posso farmi aprire dagli inquilini del civico accanto e "manovrare" abbastanza facilmente). A parte la difficolta' di stimare la giusta impedenza, il rischio e' di peggiorare a causa dei 3db di attenuazione introdotti dalla terminazione
2) attaccare un paio di cento metri di filo allo stub aperto per "allontanare" le riflessioni (in teoria se la riflessione avviene all'infinito, il ritorno sulla coppia attiva dovrebbe tendere a zero), ma probabilmente farei solo un'antenna migliore per i disturbi?
3) mettere in corto le coppie non usate sulla mia chiostrina e su quella derivata, nella speranza di levare un po' di disturbi captati dai fili non attivi (si, probabilmente non si dovrebbe fare, ma diciamo che e' una curiosita' tecnica a questo punto)

Della 1) ho letto da altre parti ma quasi tutti sconsigliano per il rischio dell'aumento di attenuazione.
La 2) e la 3) sono mie follie  :drink:, di quelle che cominci a pensare quando sei disperato... Qualcuno ha idea se potrebbero avere un senso?

Infine: purtroppo di FFTH per ora qui da me non se ne vede l'ombra e il pensiero di andare con questa linea per altri 3 o 4 anni con la possibilita' di perdere altre decine di Mbps senza poter far niente mi fa impazzirese  :smash:, quindi se il problema dovuto alla decade derivata e' insormontabile, ha senso provare a passare ad un'offerta 200/20 che usa il 35b? L'ulteriore larghezza di banda mi darebbe qualche beneficio o semplicemente piu' frequenze su cui sentire i disturbi?

Grazie a chiunque mi possa dare qualche spunto, se esiste... :help:

Offline toretto_5

  • Esperto
  • ****
  • 1193
  • Sesso: Maschio
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #275 il: 29 Agosto 2017, 20:20 »
Veramente il percorso è una delle poche cose certe  :cheesy:

Comunque questa mattina si sentivano anche le ventole. Quindi ora è anche acceso  :good:
si ok......bisogna vedere quando allineano l'onu sull'olt altrimenti aivoglia ed attivano abbonamenti sulle porte VDSL; non so quanti KO inizieranno a vedere luce........
in un paesino qui (Lizzano (TA)) ci sono 2 ONU avviati da circa 8 mesi su cui NON SI ALLINEA NESSUNA delle 200 porte disponibili; la piastra non è guasta. reset fatto 18 volte (18 perche sono il numero di pratiche bocciate per KO tecnico  :cheesy:)............. il reale problema era il mancato allineamento dell'onu con la centrale e l'operatore da ngasp dava il comando di abilitazione della porta INGANNANDO l'operatore. Regman non scaricava la configurazione e noi restavamo li davanti agli RL come pupazzi con il golden a verificare l'allineamento delle porte  :smash:
« Ultima modifica: 29 Agosto 2017, 20:25 da toretto_5 »

Offline toretto_5

  • Esperto
  • ****
  • 1193
  • Sesso: Maschio
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #276 il: 31 Agosto 2017, 22:28 »
scusate il doppio post
https://www.dropbox.com/s/appoaj84i7w7zz0/20170831_113219.jpg?dl=0
questi sono i valori MASSIMI ottenibili da una VDSL in rigida con profilo 8b (8d è rarissimo trovarlo, è più comune il 17a medio-lunga)
« Ultima modifica: 31 Agosto 2017, 23:02 da toretto_5 »

Offline -Mirco-

  • Administrator
  • Esperto
  • *****
  • 1835
  • Sesso: Maschio
  • "Non esiste curva in cui non si può superare"
    • Ilpuntotecnicoeadsl
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #277 il: 31 Agosto 2017, 22:59 »
Profilo 8d?  :undecided:
"Non esiste curva in cui non si può superare"
Ayrton Senna

Offline toretto_5

  • Esperto
  • ****
  • 1193
  • Sesso: Maschio
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #278 il: 31 Agosto 2017, 23:08 »
yes, su rigida sto scoprendo cose MAI VISTE............. attivazioni 8b (il più utilizzato, 8c per quelle rigide come se i clienti "abitassero" sul KK in centrale e non vi è richiesta di un'alta potenza in uscita che creerebbe solo problemi e 8d per tratte rigide lunghe). Ora, anziché utilizzare l'8d, attivano su rigida il 17a sulle medie- lunghe distanze (per chi richiede attivazione 100M, la potenza in uscita è la medesima optando per una modulazione che in teoria si allinea con più M)
« Ultima modifica: 31 Agosto 2017, 23:13 da toretto_5 »

Offline -Mirco-

  • Administrator
  • Esperto
  • *****
  • 1835
  • Sesso: Maschio
  • "Non esiste curva in cui non si può superare"
    • Ilpuntotecnicoeadsl
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #279 il: 31 Agosto 2017, 23:20 »
il 17a in rigida è distruttivo per tutte le altre utenze  :undecided:
"Non esiste curva in cui non si può superare"
Ayrton Senna

Offline toretto_5

  • Esperto
  • ****
  • 1193
  • Sesso: Maschio
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #280 il: 01 Settembre 2017, 12:46 »
Se le primarie in rigida sono buone, non c'è nessun problema  con il 17a

Offline rederik79

  • Nuovo Iscritto
  • *
  • 15
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #281 il: 05 Settembre 2017, 10:37 »
Nel file excell pianificazione FTTCab, l'ultima colonna "Data pianificazione ONU" corrisponderebbe al mese di vendibilità?

Offline ironmark99

  • Nuovo Iscritto
  • *
  • 29
  • Sesso: Maschio
    • Costruzione di un PC raffreddato ad acqua
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #282 il: 05 Settembre 2017, 12:37 »
Ciao a tutti,
ho un abbonamento Vodafone iperfibra 100/20 che mi sta facendo venire l'ulcera...
Premetto: sono ingegnere e un po' di background tecnico ce l'ho, ma non abbastanza specifico per il tema in questione, quindi scusate da subito per eventuali bestialita' a seguire...

Abito (in condominio) a poco meno di 200m dall'ARL, ma purtroppo sono su una decade derivata, con lo stub aperto nella chiostrina del civico adiacente (circa 10 mt).

Ok, la chiostrina in cui termina lo stub è a circa 10m dalla tua, ma la lunghezza dello stub non è dato saperlo, dato che non credo proprio parta dalla tua (altrimenti non ci vorrebbe nulla a rimuoverlo).

Inizialmente (per i primi 3 mesi) agganciavo a circa 65Mbps di portante, non entusiasmante ma accettabile. Poi nel giro di 3 o 4 giorni sono sceso a circa 50Mbps e ormai sono 2 mesi che non si schioda di li'. SNR downstream intorno ai 6.3 db, portante massima dai 49 ai 51 Mbps.
Molto probabilmente e' stata attivata qualche nuova utenza nel civico accanto e lo stub aperto mi regala un botto di diafonia in piu'.

In realtà lo stub principalmente aumenta la attenuazione del tuo collegamento, quindi rappresenta un fattore peggiorativo della tua prestazione (anche senza diafonia). Poi, certo, è una lunghezza in più su cui si può accoppiare rumore (quindi un "fattore di rischio" supplementare): per la diafonia è QUASI come se la tua distanza dall'armadio fosse la somma della tua distanza più la lunghezza (incognita) della derivazione, perché anche lo stub può raccogliere diafonia, ma solo se sul tratto che percorre ci sono disturbanti. Gli stub la diafonia non la CREANO, al massimo possono raccolglierla se c'è segnale VDSL nella coppie adiacenti. Inoltre non è assolutamente detto che la diafonia che si è aggiunta dipenda dal fatto che hai una derivazione. Magari hanno attivato qualcuno su una coppia che sta sullo stesso tuo cavo nella tua chiostrina, o sul cavo prima che si sfiocchi per andare ad una chiostrina che non ti immagini. Dall'armadio potrebbe partire (per dire) un 40 coppie, che man mano si sfiocca per raggiungere 6 chiostrine, e quindi due decadi (una delle quali è la tua) sono portate a due chiostrine. Ma la diafonia ti può arrivare da una qualsiasi di quelle 40 coppie.

Le ho pensate tutte:
1) provare a terminare lo stub aperto (posso farmi aprire dagli inquilini del civico accanto e "manovrare" abbastanza facilmente). A parte la difficolta' di stimare la giusta impedenza, il rischio e' di peggiorare a causa dei 3db di attenuazione introdotti dalla terminazione

L'impedenza "standard" è 100 ohm, perché è l'impedenza di ingresso dei modem. Quella del cavo è quasi sicuramente una funzione complessa. È praticamente impossibile terminarla correttamente. Tuttavia hai perfettamente ragione. Terminando lo stub aumenti la attenuazione di 3dB "in piatto" e di conseguenza perderesti circa 10Mbit/s DS (e circa 6Mbit/s US) nel caso pessimo. Lo stub, come attenuazione te ne fa perdere grosso modo la stessa quantità (o meno). Terminare lo stub dal punto di vista della diafonia invece è inutile. Non è vero che uno stub aperto raccoglie più diafonia che uno terminato.

2) attaccare un paio di cento metri di filo allo stub aperto per "allontanare" le riflessioni (in teoria se la riflessione avviene all'infinito, il ritorno sulla coppia attiva dovrebbe tendere a zero), ma probabilmente farei solo un'antenna migliore per i disturbi?

Di fatto allungare lo stub significa solo "tendere" a terminarlo. È proprio la DEFINIZIONE di impedenza caratteristica: l'impedenza della linea di lunghezza infinita; quindi mettere una terminazione significa di fatto aggiungere la lunghezza che manca al cavo per essere infinitamente lungo (o lungo a sufficienza perché le riflessioni diventino trascurabili). Dopodiché comprendo il tuo pensiero... se non so l'impedenza con cui terminare la linea uso un cavo identico lunghissimo (di fatto ci vorrebbero 2-300 metri di doppino aggiuntivo, a seconda della sua attenuazione)... Ma che ci guadagneresti? Avresti comunque 3dB di attenuazione in piatto in più. Inoltre, come già dici tu, sono metri di cavo che potrebbero raccogliere ulteriori disturbi impulsivi.

3) mettere in corto le coppie non usate sulla mia chiostrina e su quella derivata, nella speranza di levare un po' di disturbi captati dai fili non attivi (si, probabilmente non si dovrebbe fare, ma diciamo che e' una curiosita' tecnica a questo punto)

Questa poi non servirebbe assolutamente a nulla. Tra una linea in corto e una aperta l'unica differenza è la fase del segnale riflesso (0 gradi o 180 gradi). Mettere in corto un LINEA DI TRASMISSIONE non azzera il segnale che la percorre, dato che si tratta di un sistema a parametri distribuiti. Di fatto brevi spezzoni in corto si usano talvolta per adattare le linee di trasmissione, poiché agiscono un po' come trasformatori. Se hai uno stub APERTO sulla TUA linea esso ti causa una serie di picchi di attenuazione alle frequenze alle quali il segnale torna al punto di inizio dello stub in controfase col segnale incidente. Cortocircuitare lo stub cambia solo le frequenze alle quali avviene questo annullamento (i picchi di attenuazione si spostano in frequenza) ma non cambia assolutamente il numero né la profondità degli stessi. (vedi nota) Tutto questo detto a titolo puramente didattico.

Tornando al tuo caso in particolare, che male ti fanno quelle linee inutilizzate? Non sono percorse da segnale e dunque non ti danno diafonia. Sono soggette esattamente agli stessi disturbi impulsivi a cui è soggetta la tua linea e dunque la differenza di potenziale tra loro e "te" è nulla, di conseguenza non possono trasferiti segnale. Al massimo potrebbero aumentare un po' la sezione di accoppiamento dei disturbi, ma è un effetto risibile, dato che comunque i disturbi che accoppiano loro sono identici a quelli che accoppi tu, e come già visto non te li possono trasferire.

Se poi vogliamo ulteriormente "svagarci" c'è da dire che hai "dimenticato" un'ultima operazione, non inutile ma addirittura peggiorativa, ossia quella di mettere a terra le coppie inutilizzate, nella speranza di "schermare" la tua. Dato che nessuna terra, alle frequenze in gioco, è una VERA terra, ti tireresti dentro un mare di disturbi impulsivi che ora come ora se ne stanno lì per i fatti loro... Questo solo per dire (non a te in particolare, ma a tutti quelli che potrebbero crederlo) che schermare i doppini non solo non serve ma peggiora la situazione. :asd:

Infine: purtroppo di FFTH per ora qui da me non se ne vede l'ombra e il pensiero di andare con questa linea per altri 3 o 4 anni con la possibilita' di perdere altre decine di Mbps senza poter far niente mi fa impazzirese  :smash:, quindi se il problema dovuto alla decade derivata e' insormontabile, ha senso provare a passare ad un'offerta 200/20 che usa il 35b? L'ulteriore larghezza di banda mi darebbe qualche beneficio o semplicemente piu' frequenze su cui sentire i disturbi?

Allora, chiarito che la diafonia che affligge la tua linea NON è causata da quello stub (anche se è un elemento peggiorativo), con le tue attuali prestazioni temo che passare al 35b non cambierebbe di una virgola il tuo ottenibile. Che attenuazioni mostra il tuo modem, e che modello di modem è? Solo per capire se i tuoi 60Mbit/s iniziali invece che 100 siano principalmente dovuti alla attenuazione o alla diafonia.
In ogni caso il decadimento dovuto alla diafonia cresce in modo lineare ad ogni RADDOPPIO dei disturbanti. Sinora hai perso 10Mbit, e non credo proprio tu abbia un solo disturbante. Per perdere altri 10Mbit/s l'attuale numero di disturbanti deve raddoppiare, e un altro raddoppio sarebbe necessario per perdere i 10Mbit/s successivi... Più di tanto non puoi perdere, dunque. Più tranquillo ora?  :bye:

Nota: quando dico che non cambia la profondità dei "buchi" intendo a parità di frequenza del buco. La profondità di un buco ad una certa frequenza dipende dalla attenuazione, a quella frequenza, del cavo che forma lo stub. Se guardo tutti i buchi dati da un certo stub vedrò che la loro profondità diminuisce con la frequenza, perché la attenuazione del cavo (e dunque del segnale riflesso) aumenta all'aumentare della frequenza. Se unissi tutti i punti dati dai picchi di attenuazione otterrei una curva che è una funzione della attenuazione in frequenza del cavo. Se confronto due stub identici, di cui uno aperto e l'altro in corto, vedrò che i buchi che essi generano sono a frequenze diverse, ma vedrò anche che i picchi di attenuazione di entrambi gli stub giacciono tutti su una stessa curva.
« Ultima modifica: 05 Settembre 2017, 23:25 da ironmark99 »

Offline ironmark99

  • Nuovo Iscritto
  • *
  • 29
  • Sesso: Maschio
    • Costruzione di un PC raffreddato ad acqua
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #283 il: 05 Settembre 2017, 12:39 »
il 17a in rigida è distruttivo per tutte le altre utenze  :undecided:

No Mirco, caso mai il contrario. Un 17a in rigida al massimo PATISCE (fino a 8MHz) la potenza superiore degli 8b.

Offline Diabolik

  • Esperto
  • ****
  • 758
Re:L'angolo della FTTC (Fiber To The Cabinet)
« Risposta #284 il: 11 Settembre 2017, 15:00 »
mmmmmmmmmmmm interessante ragazzi........... hanno per caso bloccato il download dei file EXCEL ?
Sono andato a vedere qua:
https://www.wholesale.telecomitalia.com/it/catalogo/-/catalogo_aggregator/article/1027774?p_r_p_564233524_activePortletId=&_2_WAR_nwscatalogoportlet_activePortlet=false&_2_WAR_nwscatalogoportlet_tab=Coperture&p_r_p_564233524_categoryId=1027776&p_r_p_564233524_isList=true

E dice "The page cannot be displayed" e dice di fare refresh......


Ma anche tutto il sito:
https://www.wholesale.telecomitalia.com/

Risulta in error code 500............

Comunque qua dalle mie parti sembra, sentendo le voci in zona di dipendenti ed ex dipendenti telecom, che ci sarà da aspettare almeno fino al 2018..... dal precedente excel solo un'armadio risultava ancora pianificato ma il 187 non accetta ancora la vendibilità.
Ho sentito info di altre zone con problemi simili e ne hanno avuto a lungo in questa situazione di stallo..........

Per la cronaca in quel di Monte Urano (FM).........