Nuovo modem/router TIM HUB+ ZTE H388X



A partire da circa metà Aprile, TIM metterà a disposizione un nuovo modem/router

Stiamo parlando dell’evoluzione dell’ottimo Tim Hub già divenuto lo standard per le attuali attivazioni.

Il nuovo Tim Hub+ ZTE H388X sarà uno dei prodotti di punta che TIM metterà a disposizione della clientela in questo 2020. Andiamo a guardarne le caratteristiche tecniche e capire a chi sarà destinato.

 

 

Caratteristiche tecniche e servizi supportati:

Strutturato con stand verticale il nuovo Tim Hub+ ZTE H388X presenta le seguenti caratteristiche hardware:

  • 1 WAN A/VDSL2 (profilo 17a) / eVDSL (35b)
  • 1 WAN GbE (FTTH con ONT esterna per accesso GPON)
  • Cage SFP x impiego modulo ONT GPON
  • Wi Fi dual band concurrent 11ax:
    •11n 4×4 @ 2.4GHz
    •11ac 4×4 MU MIMO @ 5Ghz
  • LAN GbE
  • 2x USB 3.0/3.1
  • 2 FXS

I servizi supportati sono:

• PARENTAL CONTROL (EDNS0 ) configurazione da WEB GUI
• LAN PUBBLICA
• GUI sbloccata in factory reset (dopo provisioning)
• WiFi Band Steering abilitato di default
• Binumero/Bicanale ISDN Like

Sarà, molto probabilmente, previsto anche un supporto Backup LTE, ma, al momento, non ci sono notizie circa il il rilascio.

La commercializzazione del nuovo modem/router Tim Hub+ ZTE H388X partirà inizialmente per la clientela “pregiata” FTTH;  ad esaurimento delle scorte del classico TIM HUB anche alla clientela FTTC verrà fornito il nuovo device.

Alla scoperta del Web Gui

La home presenta le informazioni principali riguardo lo stato della connettività ed i device connessi.

Interfaccia Internet, con tutte le statistiche della linea

Schermata di reset.

Wi-Fi 6 e comportamento sul Tim Hub+ ZTE H388X

Wi Fi 6 / 802.11ax è l’evoluzione del livello fisico Wi Fi successiva a 802.11ac
A differenza di 802.11ac che prevede l’impiego della sola banda a 5 GHz, 802.11ax utilizza 2.4 e 5 GHz
• Il nuovo AG TIM HUB + di ZTE è Wi Fi 6 MIMO 4×4 sia a 2.4 che a 5 GHz
• I benefici attesi rispetto all’AG precedente (TIM HUB 11n 2×2 + 11ac 4×4) sono:

• Incremento della velocità massima a 2.4 e a 5 GHz solo con client Wi Fi 6 grazie a 11ax che introduce la modulazione 1024 QAM per datarate più elevati in condizioni ottimali di copertura
• Migliore copertura radio a 2.4 GHz grazie al 4×4

Altre feature Wi Fi 6 supportate:

• OFDMA: trasmissione simultanea a/da molteplici client con assegnazione a ciascuno di un set di sottoportanti OFDM
• Uplink MU MIMO, per estendere il MU MIMO di 802.11ac anche alle trasmissioni dai client verso l’AG

Wi-Fi 6 – Certificazione e Prodotti

Lo standard IEEE 802.11ax definitivo è previsto per fine 2020
Ad agosto 2019 Wi Fi Alliance ha lanciato il programma di certificazione Wi Fi 6 basato su Draft IEEE 802.11ax (e su un sottoinsieme delle funzionalità definite dallo standard)
Dopo il lancio della certificazione Wi Fi 6, i prodotti disponibili sono aumentati (AP, smartphone e PC in primis tipicamente 2×2), anche se ad oggi sono ancora in numero limitato
• Prodotti certificati Wi Fi 6 ( rif. verifiche di interlavoro):

• Smartphone Samsung Galaxy S10 e Note 10
• PC con chipset Wi Fi 6 Intel AX200 e AX201
• Access Point business/enterprise (Cisco, Aruba, Ruckus
• Home Gateway (Sagem)
• Prodotti con supporto di Wi Fi 6 ma non ancora certificati
• Smartphone iPhone 11
• Access point high end (Asus, Netgear, D Link, TP Link)
• Soluzioni multi AP/Mesh (Netgear Orbi, linkSys Velop , TP Link Deco)

EasyMesh – Una soluzione standard per la gestione dei repeater Wi Fi

Le soluzioni «Multi AP» o «Wi Fi Mesh» prevedono:

• Un Access Point Wi Fi (in prospettiva integrato nel modem) ed 1 o più repeater /AP aggiuntivi
• L’impiego delle 2 bande di frequenza (2.4 e 5 GHz)
• La gestione degli handover dei terminali tra i diversi AP/ repeater e tra le 2 bande di frequenza
• La configurazione semplificata di nuovi AP/ repeater onboarding
• In tutti i casi i repeater fanno riferimento ad un AP principale (il modem) per il collegamento ad Internet ed il controllo/coordinamento
• Lo standard di riferimento (Wi Fi EasyMesh ) è stato pubblicato in Wi Fi Alliance a maggio 2018 (Release 1) e si sta iniziando a diffondere solo di recente, mentre ad oggi la maggior parte delle soluzioni sul mercato si basa su protocolli proprietari

Il nuovo AG TIM HUB + di ZTE supporta EasyMesh

Band Steering

Il band steering è una funzionalità (non standard) che permette di ottimizzare le prestazioni della rete WiFi, forzando la frequenza di collegamento dei client al modem/router, ovviamente nel caso in cui il client sia dual band.
In assenza di tale funzionalità, è sempre il client che determina secondo una logica propria, se connettersi a 2.4 o a 5 GHz.  Tale logica è spesso sub ottima, perché a volte i client si collegano semplicemente all’ultima rete conosciuta o a quella con potenza di segnale maggiore.
Tipicamente le prestazioni Wi Fi in termini di velocità sono migliori a 5 GHz che a 2.4 GHz poiché:

• A 2.4 GHz lo spettro è mediamente interferito
• A 5 GHz lo standard (802.11ac o 802.11ax / Wi Fi 6) consente data rate di livello fisico molto maggiori
• La stessa cosa non è sempre vera per le prestazioni in termini di copertura, talvolta migliori a 2.4 GHz

• Il nuovo AG TIM HUB + di ZTE supporta il band steering e si prevede l’attivazione della funzionalità nella configurazione di default
• Il band steering richiede che le reti Wi Fi a 2.4 e a 5 GHz siano configurati con lo stesso SSID e password
• In caso contrario, ossia se vengono «differenziati» gli SSID, la funzionalità deve essere disattivata.

 

Per commenti e domanda a riguardo partecipa al nostro forum, è stato aperto un topic apposito per questa notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*